Keanu Reeves: un uomo autentico dietro l’attore di successo

keanu-reeves
In seguito all’uscita nelle sale il 17 Marzo del nuovo film con Keanu Reeves come protagonista, John Wick – Capitolo 02, facciamo luce su un attore a tutti "noto", ma non da tutti "conosciuto".

Keanu Reeves è nato il 2 settembre 1964 da Samuel Nowlin Reeves e Patricia Taylor. Viene chiamato Keanu in onore del trisavolo paterno Henry Keanu Reeves ed è la forma abbreviata del tipico nome hawaiano Keaweaheulu, che significa vento leggero che sale. Durante la sua infanzia vive in Australia, dove il padre, in possesso di ricchezze ricevute in eredità, permette alla famiglia una vita agiata. L’uso spropositato di stupefacenti da parte di entrambi i genitori e la successiva dipendenza da queste sostanze del padre, porta il tredicenne Keanu insieme a sua sorella Kim e sua madre Patricia a trasferirsi a Toronto, in Canada.

A Toronto, Keanu, anche se inizia a soffrire di dislessia, si iscrive alla Jesse Ketchum Public School ed entra a far parte della squadra di hockey: inizia a provare per questo sport una passione smisurata e di certo il talento non gli manca. Nella scuola diventa infatti noto come “The Wall” e sembra destinato a una carriera da professionista.

Nel frattempo, dopo il trasferimento, la madre Patricia inizia a lavorare come costumista per molti nomi noti dello spettacolo, come Alice Cooper e Dolly Parton, e indirettamente indirizza il figlio verso questo mondo. Il giovane Keanu Reeves lascia  così la sua scuola per iscriversi alla High School Performing Arts dell’Ontario e, all’età di 17 anni, abbandona gli studi per dedicarsi esclusivamente alla recitazione e alle sue performance sul palcoscenico. Al compimento dei 20 anni vola verso gli Stati Uniti per traferirsi a Hollywood.

Esordisce in uno spot della Coca-Cola e solo verso gli anni ’90 inizia a prendere parte a grandi produzioni come Le relazioni pericolose con Uma Thurman e Bill & Ted’s Excellent Adventure, fino al raggiungimento del grande successo in Belli e Dannati con River Phoenix, suo grande amico. Questa intenso legame purtroppo termina nel 1993, quando Phoenix viene trovato morto per overdose dallo stesso Reeves. Negli anni successivi arriva il consenso del pubblico a livello mondiale, a seguito della sua partecipazioni ai film Il piccolo Buddha di Bernardo Bartolucci e L’avvocato del diavolo, in cui collabora con Al Pacino.

River Phoenix e Keanu Reeves

Proprio grazie a questa pellicola abbiamo il primo esempio di quanto sia straordinario questo giovane attore, poiché pur di poter collaborare con professionisti illustri come Al Pacino, si rende disponibile a trattare sulla cifra del suo cache.

Il 1999 è l’anno di Matrix, ma anche dell’inizio di un periodo davvero duro sul fronte privato: la sua amatissima sorella, Kim Reeves, si ammala di leucemia e Keanu dona il 75% del cache ricevuto per la trilogia di Matrix alla ricerca contro la malattia. Inoltre, nel dicembre dello stesso anno, la fidanzata Jennifer Syne dà alla luce la piccola Ava Archer, che purtroppo muore due giorno dopo a causa di una malformazione cardiaca. Due anni dopo, nel 2001, anche Jennifer Syne muore a causa di un incidente in auto, dovuto a un mix eccessivo di antidepressivi e anestetici, che la porta a schiantarsi contro un albero.

Questi eventi cambiano profondamente la vita di Keanu Reeves: nonostante continui ad essere un attore molto presente sul grande schermo (da Costantine di Francis Lawrence nel 2003 a Knock Knock di Eli Roth nel 2015, fino a John Wick e John Wick – Capitolo 2” uscito a marzo di quest’anno), mantiene un tenore di vita davvero modesto, dedicandosi al prossimo senza riserve.