Cerimonia degli Oscar 2017: tutte le assegnazioni e i colpi di scena della serata

oscar 2017
Vincitori inaspettati e colpi di scena durante gli Oscar 2017: presentata da Jimmy Kimmel, ha visto anche un errore nell'assegnazione del Miglior Film! Ecco tutti i dettagli.

La notte degli Oscar raggruppa le emozioni che i film ci trasmettono e tutti i sacrifici fatti da attori e registi nel cercare il contatto con gli spettatori. È questo probabilmente che la rende una delle notti più attese dell’anno.

A intrattenere il pubblico e a prendere attivamente parte a questa 89a edizione della cerimonia è stato Jimmy Kimmel, aiutato da numerosi attori (tra cui Di Caprio e Dakota Johnson) durante la consegna dei premi al Dolby Theatre.

La notte è iniziata alle 22.50 ora italiana, quando attori e attrici in Nomination hanno cominciato a sfilare sul red carpet. Molti complimenti sono stati fatti a Ruth Negga per il suo abito rosso, sofisticato e affascinante, a Emma Stone e a Meryl Streep.

Alle 2.30 ora italiana Jimmy Kimmel ha dato il via alle danze, cominciando a chiamare i presentatori delle varie nomination.

Il primo ad essere premiato è stato Viola Davis, ricevendo l’Oscar come Miglior Attore non Protagonista, seguito subito dopo dal Miglior Trucco, attribuito a Giorgio Gregorini e Alessandro Bertolazzi per Suicide Squad.

Inoltre, sul palco si sono esibiti molti cantanti, tra cui Justin Timberlake, Sting e John Legend presentando i pezzi in lizza per il premio Oscar per la Miglior Canzone.

oscar 2017

La la land è rimasto al centro dell’attenzione per tutta la cerimonia, come d’altronde ci si aspettava. Tuttavia, ha portato a casa “solo” 6 statuette, meno di quanto ci si aspettasse.

Niente da fare per Fuocoammare che ha lasciato la statuetta a  O.J.: Made in America.

La cerimonia si è conclusa con un colpo di scena senza precedenti: il premio più importante, quello del Miglior Film, è stato all’inizio erroneamente consegnato a La la land, per poi essere dato al vero vincitore della serata, Moonlight.

Tuttavia, un altro personaggio ha implicitamente attirato molte discussioni e polemiche: come aveva previsto Jimmy Kimmel, è stata una notte contro Trump, anche se il tutto è stato gestito in maniera decisamente poco plateale. Molti vincitori dell’ambita statuetta hanno lanciato frecciatine verso il nuovo presidente americano, tra cui Bertolazzi e Khaled Kateeb. Hollywood ha sempre accolto talenti provenienti da tutto il mondo, non c’è da stupirsi che gran parte degli attori si siano schierati contro il presidente.

Proprio riguardo questo tema, è giusto citare la vincita del film di Asghar Farhadi, Il cliente, come Miglior Film Straniero: il regista non ha partecipato alla cerimonia per protesta contro i provvedimenti restrittivi presi da Trump nei confronti dell’ingresso degli Stati Uniti per gli immigrati provenienti da 7 Paesi stranieri (comrpeso l’Iran).

Il regista ha espresso la sua opinione riguardo la situazione, affidando i suoi pensieri a una lettera:
È un grande onore per me ricevere questo prezioso premio per la seconda volta, ringrazio i membri dell’Academy, la troupe, il produttore Amazon e gli altri candidati nella stessa categoria. Mi dispiace non essere con voi, ma la mia assenza è dovuta al rispetto per i miei concittadini e per i cittadini della altre sei nazioni che hanno subito una mancanza di rispetto a causa di una legge disumana che ha impedito l’ingresso negli Stati Uniti agli stranieri. Dividere il mondo fra noi e gli altri, i “nemici”, crea paure e crea una giustificazione ingannevole per l’aggressione e la guerra. E questo impedisce lo sviluppo della democrazia e dei diritti umano in paesi che a loro volta sono stati vittime di aggressioni. Il cinema può catturare le qualità umane e abbattere gli stereotipi e creare quell’empatia che oggi ci serve più che mai“.

Un segnale forte, anche se aspettato da molti, che indica che l’arte guarda oltre gli stereotipi e le differenze.

Scopri tutti i premi vinti durante l’89a cerimonia degli Oscar 2017!